Beauty Trends

Anti-rughe: gli ingredienti più efficaci ad ogni età.

Le creme anti-rughe non sono tutte uguali e, soprattutto, non si basano sugli stessi principi attivi. Come orientarsi nel vasto orizzonte dei prodotti antirughe e scegliere gli ingredienti più efficaci? La nostra piccola guida vi aiuterà a selezionare l’anti-rughe giusto a seconda della fascia d’età nella quale vi trovate e per mantenere la pelle in piena forma.

Alleati per rivitalizzare la pelle

Le rughe, che flagello. Insomma, meglio pensarci a tempo debito e intervenire mano a mano con perizia. La mappa delle sostanze che si prendono cura della pelle è vasta e in continua evoluzione, ma resistono alcuni componenti chiave che vi presentiamo qui di seguito. Una serie di ‘complici’ da consultare per prendersi cura del viso e del collo tenendo conto anche dell’importanza del benessere globale e dell’alimentazione.

Dai 35 ai 45: l’Acido Ialuronico puro per rivolumizzare il viso

Dai 35 ai 45 anni il primo segno dello scorrere del tempo è la perdita di tono. Il naturale processo di rigenerazione cellulare comincia a rallentare e i contorni del viso sono meno definiti. L’acido Ialuronico puro vi aiuterà a ripristinare progressivamente i volumi del viso e riempire le prime rughe per ritrovare naturalmente il vostro fascino e una piccola dose di sicurezza in più che non guasta mai.

La crema giusta: Revitalift Filler

Dai 45 ai 55: il Pro-Xylane per  correggere le rughe e ridensificare la pelle.

Dai 45 ai 55 anni la pelle comincia a mostrare i segni evidenti dell’invecchiamento cutaneo. I tessuti si affaticano più facilmente e compaiono le tanto odiate zampe di gallina e le rughe sulla fronte. L’uso di un anti-rughe a base di Pro-Xylane vi consentirà di far pace con lo specchio, correggendo le rughe, ridensificando la pelle e rimodellando i contorni del viso. Per sfoggiare un favoloso effetto bonne mine, inoltre, assicuratevi di conoscere i gesti di bellezza ideali per le quarantenni.

La bacchetta magica per un viso tonico: http://www.loreal-paris.it/trattamenti-per-la-pelle/viso/revitalift-laserx3.aspx

Dai 55 ai 65 il Natecium per un maggiore rinnovamento cellulare

Dai 55 ai 65 anni il rinnovamento cellulare rallenta. Le cellule madri, vera fonte di giovinezza della pelle, non svolgono più appieno il loro ruolo rigenerativo. Si creano sempre meno cellule e la pelle perde la sua vitalità. Il segreto è il Natecium, potente attivo anti-ossidante di origine naturale, che favorisce un’intensa rigenerazione cellulare. La pelle è fresca, rimpolpata, splendente!

La fidata alleata: http://www.loreal-paris.it/trattamenti-per-la-pelle/viso/anti-age/renaissance-cellulaire.aspx

65+ gli estratti di peonia imperiale per contrastare i cedimenti cutanei

Riattivare la coesione cellulare è estremamente importante per combattere il cedimento dei tratti che caratterizza le pelli molto mature. Il trattamento fortificante Age Perfect Golden Age ravviva il colore naturale della pelle e le restituisce un nuovo splendore. Per brillare con grande consapevolezza di sé stesse.

L’indispensabile: Age Perfect Golden Age

Ginnastica facciale, per sentirsi in forma dalla testa ai piedi!

Quando, guardandosi allo specchio, compaiono le prime rughe si pensa subito che il rimedio sia quello di ricorrere a interventi di chirurgia estetica per correggere i difetti che avanzano con l'età.
Esiste però un modo per aiutare la pelle del viso a rimanere tonica, elastica e idratata: la ginnastica facciale.
Si tratta di esercizi teorizzati anche nell'antica Cina, tanto che si parla di ginnastica facciale yoga, e del fatto che può aiutare a mantenere giovane anche il resto dell'organismo perché prevede di ridere quanto più possibile.
Non è un mistero che la propensione all'ottimismo possa favorire anche una migliore qualità della vita ma in questo caso aiuta anche ad allontanare i segni del tempo, abbinando anche lo stile del “viver sano”, tra alimentazione e attività fisica.
Con questi esercizi si impara il controllo dei muscoli facciali che vengono stimolati con delle contrazioni volontarie ma anche usando le mani, le dita e i polpastrelli.
L'obiettivo è quello di aumentare principalmente la vascolarizzazione e l'ossigenazione dei tessuti, al punto che nell'epidermide si riattiva naturalmente una maggiore produzione di collagene naturale.
Questo significa che le risorse per mantenere un viso giovane si possono trovare in noi stessi e che bastano solo cinque minuti al giorno.

Esercizi facciali

Per sorridere e ridere è noto che si attivano sul nostro viso almeno 30 muscoli che concorrono a modificare sensibilmente l'espressione.
È per questo che fare esercizi facciali in modo costante può significare non dover ricorrere al chirurgo plastico, annullando in qualche modo il passare del tempo. Se poi a questi esercizi si abbina un'ottima crema antiage, tenendo sempre conto dei tipi di pelle e della stessa età, il risultato non può che essere positivo.
I muscoli del viso infatti possono essere tonificati esattamente come quelli per cui si eseguono esercizi in palestra per il resto del corpo. La differenza sta solo nel fatto che parliamo di una palestra per il viso, per il mantenimento della bellezza e per la soddisfazione personale.
Ci sono in particolare dei muscoli che, se attivati nel modo giusto, possono ridurre o prevenire sensibilmente le rughe d'espressione, quali le classiche “zampe di gallina” o quelle intorno alla bocca che si diramano dalla base naso.
La ginnastica facciale può anche risolvere il problema degli zigomi svuotati o cadenti, “rimpolpando” le guance e agendo anche sulle palpebre cadenti, soprattutto quelle inferiori che provocando anche secchezza oculare.
Insomma ogni parte del viso può essere trattata con gli esercizi facciali, tanto che molti sono convinti della loro reale efficacia nell'allontanare i cedimenti delle palle del viso.
La ginnastica facciale è poco nota in Italia e la corrente che ha trovato diverse persone interessate agli esercizi è partita da New York già qualche anno fa. Tra le star che si sono convinte a provare, pare ci sia anche la splendida Julia Roberts, che effettivamente dimostra di essere molto in forma, soprattutto per il suo viso particolarmente luminoso e sempre giovane.

Serve solo il viso

Tanti si chiedono quali sono gli attrezzi necessari, ma in realtà si tratta soltanto di mettere a lavoro il viso, senza nessun oggetto accessorio.
Molto presto quindi si potrebbero cominciare a vedere in giro delle palestre per la ginnastica facciale che invitano a grandi sorrisi e a esercizi eseguiti anche allo specchio, in modo da constatare visivamente quanti e quali siano i muscoli che vengono coinvolti.
In realtà gli esercizi per la ginnastica facciale non promettono l'elisir di eterna giovanezza, ma certamente aiutano a non invecchiare precocemente o comunque a mantenere molto più a lungo la propria bellezza.
Secondo la teoria cinese, prima di ogni seduta di esercizi, è buona norma applicare sul viso un panno caldo per stimolare la circolazione dei vasi sanguigni e si noterà subito che la pelle risulterà più liscia e morbida, per il maggiore afflusso di sangue ma anche di ossigeno.
Basta poi passare i palmi come quando ci si sta lavando il viso, per avere una sensazione di rilassatezza e di freschezza. I movimenti possono essere ripetuti finché non si avverte di aver raggiunto un certo grado di benessere.
La pelle del viso può essere sottoposta anche a distensioni che vengono eseguite delicatamente tirando le orecchie o usando le mani per le guance. La pelle in tal modo viene rassodata e ridensificata dai movimenti delle mani.
La ginnastica facciale yoga invece è sempre preceduta, come da tradizione, da tecniche di respirazione che possano indurre rilassamento e serenità.
Ecco quindi che queste tecniche intervengono anche sul benessere del resto dell'organismo. È stato rilevato che la postura stessa dei muscoli del viso, ma anche del resto del corpo, risultano tesi quando è tristi, mentre quando si è più sereni si è più distesi e appunto si sorride di più.
In realtà la ginnastica facciale invita a prendere la vita con più ottimismo e curando di più il proprio stato emotivo, che deve tendere alla positività.
È innegabile che sull'aspetto gradevole del viso influisce anche lo stile di vita, prima fra tutte l'alimentazione equilibrata. Il consiglio che viene spesso dato è quello di bere molta acqua durante il giorno (almeno 2 litri) e di inserire nella dieta alimenti antiossidanti (primi fra tutti frutta e verdura).
Questi contengono enzimi, oligo elementi, vitamine, amminoacidi che possono contribuire a rimanere giovani più a lungo e, non solo per la pelle del viso, ma per l'intero organismo che ne beneficia.

Creme antirughe, benessere e alimentazione: la cura del viso dalla a alla z.

La pelle deve essere oggetto di cure e trattamenti che possano mantenerla sempre fresca, ben idratata, luminosa e tonica.
Ci sono diversi modi con cui prendersi cura del proprio aspetto estetico e in particolare della pelle del viso, puntando su creme antirughe con una composizione mirata alle varie fasi ed esigenze della giornata, con uno stile di vita sano e un'alimentazione equilibrata.
Creme antirughe se ne trovano diverse sul mercato ma spesso c'è poca informazione e confusione rispetto alla loro efficacia e anche al modo con cui impiegarle per ottenere l'effetto desiderato.

Ma quando bisogna iniziare a usare la crema antirughe?

Il nome stesso del prodotto non deve ingannare o far sorgere dubbi pensando che sia utile soltanto per le over cinquanta.
In realtà il processo d'invecchiamento della pelle e quindi la formazione delle prime rughe, anche se piccolissime, inizia a partire dai 25 fino ai 36 anni. Questo non significa che bisogna cominciare a usare la crema antirughe da giovanissimi ma è vero che dopo i 30 anni è bene scegliere un prodotto adatto per la pelle giovane.
Questo significa che bisogna conoscere il proprio tipo di pelle: grassa, secca, mista, delicata, normale, perché per ognuna ci sarà una crema adatta.
Leggete bene sempre le caratteristiche e non fate l'errore di usare una crema antirughe che è indicata per una pelle matura.
Partire dal presupposto che per ogni età sarà necessario utilizzare una crema giorno, una crema notte, e una crema che vada bene per il contorno occhi e per il collo, in quanto la pelle è più delicata e sottile.
Si tratta quindi di 3 creme da abbinare eventualmente a un siero perché il sostegno all'epidermide sia completo e mirato.
La crema antirughe giorno per esempio, per essere efficace, deve accelerare la rigenerazione cutanea e contrastare la perdita di tono, ridando vitalità alle cellule che si rinnovano.

Giorno e notte: cosa cambia nella formulazione della crema

Una crema antirughe giorno deve anche avere un buon filtro protettivo contro i raggi UV che concorrono all'invecchiamento della pelle, soprattutto per le pelli mature .
Una funzione che deve avere la crema antirughe è anche quella di combattere l'azione dei radicali liberi nel senso che stimola la riparazione dei danni provocati anche dagli agenti inquinanti.
La crema antirughe notte agisce invece rigenerando il tessuto cutaneo.
Sono ottime quelle a base pro-xylane e centella asiatica che ricreano una barriera che ha i suoi effetti già entro poche settimane .
Al mattino infatti la pelle è più levigata e nutrita e si nota un nuovo vigore e il recupero di un colorito più naturale con l'eliminazione dello strato di pelle spenta. Per l'applicazione è importante massaggiare in senso circolare finché non si sarà assorbito e sarà penetrato a fondo.
La pelle però, oltre alle creme, ha bisogno anche di altro, come il benessere cioè uno stile di vita sano e un approccio alla vita che favorisca una pelle in salute.
La prima cosa da evitare è il fumo, anche quello passivo, perché crea squilibrio nel metabolismo e la pelle tende a diventare grigia, perdendo il suo colore naturale.
Lo stesso vale per l'abuso di alcoolici che accelerano l'azione dei radicali liberi velocizzando l'invecchiamento delle cellule dell'organismo, comprese quelle del viso.
Anche il sonno ha la sua fondamentale importanza e sentirsi davvero riposati al mattino influisce sull'aspetto del viso che è più riposato e disteso.
La pelle risente in modo negativo dell'esposizione sconsiderata alle lampade e al sole in particolare nelle ore centrali della giornata.
La situazione è ancora più grave quando non si usano le protezioni e i filtri contro i raggi UV che provocano uno sfaldamento cutaneo che accelera il processo d'invecchiamento, che a volte arriva addirittura a neo formazioni maligne provocate proprio da questa esposizione.

Attività fisisca e alimentazione

L'attività fisica, anche leggera, che superi la mezz'ora al giorno è un grande aiuto per mantenersi in forma, favorire una buona vascolarizzazione e ossigenazione dei tessuti.
Basta anche una passeggiata a passo veloce
Il viso come il resto dell'organismo beneficia di una dieta sana ed equilibrata molto vicina a quella mediterranea, di cui l'Italia è uno dei paesi simbolo.
La regola generale è quella di mangiare tutti quei cibi che combattono l'azione dei radicali liberi ed evitare quelli invece dannosi; vediamo quindi nel particolare quali sono e qual'è la dieta più indicata.
Una delle caratteristiche che deve avere un'alimentazione sana e “antirughe” è quella di essere povera di zuccheri derivanti da farinacei, come pane, pasta, pizza, dolci, ma anche di grassi contenuti nei cibi fritti e nei formaggi stagionati.
Questi alimenti andrebbero limitati per lasciare spazio invece a verdure, pasta integrale, legumi che invece hanno la capacità di mantenere la pelle tonica e idratata naturalmente.
L'interesse deve essere rivolto a cibi che contengono antiossidanti, e in particolare le vitamine del gruppo A, C, ed E, ma anche i polifenoli contenuti soprattutto nel vino rosso: basta un bicchiere per ogni pasto a soddisfare il bisogno quotidiano.
Tra gli alimenti che contengono questi minerali e le sostanze benefiche, ricordiamo la cipolla rossa e l'aglio, il peperone rosso, la mela, i frutti di bosco, il kiwi, le fragole, il te verde, l'avocado, i pomodori.
In ogni caso basta guadare il colore delle verdure che deve tendere al rosso o al violaceo perché contenga certamente proprietà antiossidanti che garantiscono una pelle giovane a lungo.
Uno degli alimenti principe della dieta mediterranea è certamente l'olio di oliva extravergine, il condimento che più di tutti contiene la vitamina E e che è efficace nel favorire l'azione antiossidante per le cellule anche della pelle.

Acido ialuronico, botox o collagene: scegli la tua iniezione.

Le iniezioni di filler sono uno dei protocolli più comunemente utilizzati in medicina estetica. Ma quale scegliere? Acido ialuronico o Botox®? E il collagene?

Quali promesse si nascondono dietro queste iniezioni la cui fama è ormai equiparabile a quella delle star che le utilizzano e che grazie ad esse possono esibire un look sempre giovane e splendente?

Iniezioni di collagene per il riempimento con acido ialuronico, focus sugli aghi per le “non” rughe.

Iniezione di collagene – sempre meno popolare

Popolare grazie al suo utilizzo da parte delle star negli anni '90, l'iniezione di collagene è sempre meno praticata. Il vantaggio principale consiste nell'effetto duraturo. Il collagene è una componente proteica dei tessuti connettivi, incluso il derma. Fornisce la struttura e garantisce resistenza e compattezza. Ma dopo aver iniettato il collagene, questo non si organizza come il collagene prodotto naturalmente dalle nostre cellule, bensì agisce ripristinando semplicemente la densità dei tessuti. Inoltre, il collagene usato per queste iniezioni è solitamente di origine animale con rischiosi effetti collaterali dovuti ad allergie, ricadute infiammatorie e sul sistema immunitario. La raccomandazione ufficiale dei dermatologi è di cessare del tutto le iniezioni di collagene.

Iniezione di Botox®- ancora molto usata ma...

Ogni decennio ha avuto la sua moda in fatto di iniezioni e tossine botuliniche – un veleno potente prodotto da un batterio – quella al Botox è stata la protagonista degli anni 2000. Il principio, che è stato utilizzato fin dagli anni '80 in casi medici come torcicollo congeniti e strabismo, agisce come un blocco selettivo su alcuni muscoli. Le iniezioni di Botox® sono usate per paralizzare i muscoli della parte superiore del volto che originano le fastidiose rughe d'espressione. L'effetto levigante è immediato, super efficace e reversibile dopo diversi mesi. Per un risultato naturale è preferibile ricorrere alle cure di un dermatologo professionale con anni di esperienza. L'effetto può durare fino a 8 mesi, poi bisogna ricominciare da capo. Alcuni medici stanno cominciando a osservare che le iniezioni diventano meno efficaci sul lungo periodo, devono essere infatti riproposte sempre più spesso e in dosaggio maggiore per mantenerne gli effetti, e in alcuni paesi si sta iniziando a iniettare Botox® per alleviare gli effetti della stanchezza.

Iniezioni di acido ialuronico

Sempre più popolare e meglio controllato dagli operatori del settore, il filler con acido ialuronico è l'iniezione più gettonata degli anni 2010. Queste iniezioni sono al 2° posto nella lista delle procedure dermatologiche lievemente invasive, e stanno avendo una diffusione senza precedenti. Un'iniezione di acido ialuronico basa il suo successo sull'origine naturale, sui pochi effetti collaterali, sull'immediatezza dei risultati e sulla grande versatilità. Un'iniezione di acido ialuronico aiuta a riempire una ruga in qualsiasi parte del viso, rimodellando i contorni del viso, ripristinando il volume degli zigomi infossati e rimpolpando le occhiaie sotto gli occhi o nella zona interna tra occhi e naso. Qualcosa che il Botox® non può assolutamente fare. Gli agenti reticolanti delle iniezioni di acido ialuronico aiutano infatti a ripristinare volume e idratazione per un'azione duratura. Gli effetti del trattamento possono durare fino a 12 mesi.

Quando iniziare ad usare una crema antiage?

Uno dei momenti più temuti da tutti è quello in cui, davanti allo specchio, si scorge la prima ruga. Questo fatto è sempre molto temuto, sia per gli uomini che per le donne, l'importante è conoscere le cause delle rughe e i rimedi giusti. Quindi, prima di allarmarvi e di pensare subito alla possibilità di ricorrere botox & co, sappiate che ci sono strumenti meno invasivi e comunque efficaci, capaci di contrastare già diversi anni prima gli inesorabili segni del tempo che passa (e passerà).

Creme antietà: tutto quello che non sapete

Oggi ci concentreremo sulle creme antirughe: in commercio ce ne sono a centinaia, ma come sapere quali sono le più efficaci? E come capire quale è più adatta alle nostre esigenze? Ma soprattutto, a che età è consigliato iniziare ad adoperare una crema antiage? Per ogni tipologia di pelle e per ogni età andrebbe utilizzata una crema appropriata, inutile sceglierne una per pelli mature se avete appena superato la trentina! Ed è proprio 30 quella che viene definita l'età ideale per iniziare ad utilizzare delle creme appositamente create per rallentare gli effetti del tempo sulla pelle. Le nuove tecnologie applicate all'estetica hanno fatto in questi anni passi da gigante nell'individuazione di formule sempre più innovative e capaci di contrastare in modo mirato la perdita di tono, di idratazione e di compattezza della pelle del viso, che cambia da età in età. Se volete iniziare la vostra lotta contro le rughe e avete da poco superato la trentina, il trattamento Attiva Antirughe 35+ è l'ideale per voi che volete prendervi cura della salute e della bellezza della vostra pelle che mostra i primi segni di stanchezza.

Dimmi che pelle hai ti dirò che crema utilizzare

In ogni caso, prima di scegliere la vostra crema antiage, dovete tener presente che esistono diverse tipologie di pelle a cui corrispondono prodotti differenti ed appositamente studiati per un effetto assicurato. Una pelle secca ha la tendenza ad assottigliarsi facilmente e avrà quindi bisogno di una combinazione di ingredienti che assicurino nutrizione e una idratazione intensiva e costante, come la crema Olio Straordinario. Se avete una pelle normale questa avrà invece bisogno di una crema con azione idratante, ma al tempo stesso levigante in superficie sulle linee e sulle righe sottili o profonde; una pelle grassa ha bisogno di una formulazione più leggera che idrati l'epidermide contrastando l'antiestetico effetto-lucido e assicuri un immediato effetto opacizzante, mentre per la pelle matura c'è bisogno di una crema che riduca in maniera evidente l'aspetto di linee e rughe profonde, uniformi il tono cutaneo e favorisca il naturale processo di riparazione cellulare.

Una vita sana ed un'alimentazione equilibrata

Una crema dall'efficace effetto antiage può contribuire, insieme ad altri fondamentali fattori come l'alimentazione e lo stile di vita, a regalarvi un bell'aspetto più a lungo. Se è vero che l'invecchiamento è un processo fisiologico e quindi non arrestabile, è altrettanto vero che esistono componenti quali ad esempio l'esposizione solare, l'inquinamento e lo stress, che ne accelerano la comparsa, resa evidente in superficie da campanelli d'allarme come comparsa di rughe e rilassamento cutaneo. Tenetene conto ed elaborate una strategia globale contro le rughe!

La mia migliore routine notturna con effetto anti-età.

La tua pelle sta perdendo volume? Noti una perdita di quella naturale rotondità e pienezza al mattino quando ti svegli e vedi segni di pesantezza e gonfiore più marcati di quando sei andata a dormire?

È il momento di concentrarsi su una beauty routine notturna che prevede due semplici gesti che cambieranno in meglio la tua vita. Un’azione reflex da fare giornalmente.

Beauty step # 1: rimozione del make-up

QUESTO È UN VERO E PROPRIO MUST, non importa a che ora ti concederai alle braccia di Morfeo, l’importante è struccarsi, sempre e comunque.

Olio detergente, fresh mousse, latte detergente o lozione? Non importa. Quel che davvero conta è la rimozione del make-up, sia che siate abili e avide make-up addicted sia che vi mettiate appena un filo di matita e una spolverata di blush. Questa beauty routine rimuove i pigmenti del make-up e purifica la pelle. Lo struccante aiuta a ripulire la pelle dalle impurità, dagli eccessi di sebo e sporcizia accumulati sulla sua superficie durante il giorno, anche se non si sono applicato chili di make-up. Così, la pelle sarà più reattiva e accetterà meglio gli ingredienti attivi della crema notte, proprio come indicato di seguito.

Beauty step # 2: Crema notte volumizzante

Applicare una crema notte è un gesto fondamentale per riparare la pelle in profondità dopo tutte le aggressioni che ha subìto durante il giorno. Una crema notte volumizzante ottimizza il tempo dedicato al riposo notturno e permette di alzarsi dal letto con una pelle fresca e naturalmente luminosa.

Durante la notte, infatti, la pelle è molto più permeabile e ricettiva nei confronti degli ingredienti attivi della crema. Grazie all’acido ialuronico, le creme notte avvolgono la pelle con una sensazione di soffice comfort, mentre tu dormi serena nel tuo letto. E quando ti alzi ritroverai una pelle liscia e vellutata, più fresca di quanto avresti mai potuto pensare.

Anti-rughe: gli ingredienti più efficaci ad ogni età.

Le creme anti-rughe non sono tutte uguali e, soprattutto, non si basano sugli stessi principi attivi. Come orientarsi nel vasto orizzonte dei prodotti antirughe e scegliere gli ingredienti più efficaci? La nostra piccola guida vi aiuterà a selezionare l’anti-rughe giusto a seconda della fascia d’età nella quale vi trovate e per mantenere la pelle in piena forma.

Alleati per rivitalizzare la pelle

Le rughe, che flagello. Insomma, meglio pensarci a tempo debito e intervenire mano a mano con perizia. La mappa delle sostanze che si prendono cura della pelle è vasta e in continua evoluzione, ma resistono alcuni componenti chiave che vi presentiamo qui di seguito. Una serie di ‘complici’ da consultare per prendersi cura del viso e del collo tenendo conto anche dell’importanza del benessere globale e dell’alimentazione.

Dai 35 ai 45: l’Acido Ialuronico puro per rivolumizzare il viso

Dai 35 ai 45 anni il primo segno dello scorrere del tempo è la perdita di tono. Il naturale processo di rigenerazione cellulare comincia a rallentare e i contorni del viso sono meno definiti. L’acido Ialuronico puro vi aiuterà a ripristinare progressivamente i volumi del viso e riempire le prime rughe per ritrovare naturalmente il vostro fascino e una piccola dose di sicurezza in più che non guasta mai.

La crema giusta: Revitalift Filler

Dai 45 ai 55: il Pro-Xylane per  correggere le rughe e ridensificare la pelle.

Dai 45 ai 55 anni la pelle comincia a mostrare i segni evidenti dell’invecchiamento cutaneo. I tessuti si affaticano più facilmente e compaiono le tanto odiate zampe di gallina e le rughe sulla fronte. L’uso di un anti-rughe a base di Pro-Xylane vi consentirà di far pace con lo specchio, correggendo le rughe, ridensificando la pelle e rimodellando i contorni del viso. Per sfoggiare un favoloso effetto bonne mine, inoltre, assicuratevi di conoscere i gesti di bellezza ideali per le quarantenni.

La bacchetta magica per un viso tonico: http://www.loreal-paris.it/trattamenti-per-la-pelle/viso/revitalift-laserx3.aspx

Dai 55 ai 65 il Natecium per un maggiore rinnovamento cellulare

Dai 55 ai 65 anni il rinnovamento cellulare rallenta. Le cellule madri, vera fonte di giovinezza della pelle, non svolgono più appieno il loro ruolo rigenerativo. Si creano sempre meno cellule e la pelle perde la sua vitalità. Il segreto è il Natecium, potente attivo anti-ossidante di origine naturale, che favorisce un’intensa rigenerazione cellulare. La pelle è fresca, rimpolpata, splendente!

La fidata alleata: http://www.loreal-paris.it/trattamenti-per-la-pelle/viso/anti-age/renaissance-cellulaire.aspx

65+ gli estratti di peonia imperiale per contrastare i cedimenti cutanei

Riattivare la coesione cellulare è estremamente importante per combattere il cedimento dei tratti che caratterizza le pelli molto mature. Il trattamento fortificante Age Perfect Golden Age ravviva il colore naturale della pelle e le restituisce un nuovo splendore. Per brillare con grande consapevolezza di sé stesse.

L’indispensabile: Age Perfect Golden Age

Ginnastica facciale, per sentirsi in forma dalla testa ai piedi!

Quando, guardandosi allo specchio, compaiono le prime rughe si pensa subito che il rimedio sia quello di ricorrere a interventi di chirurgia estetica per correggere i difetti che avanzano con l'età.
Esiste però un modo per aiutare la pelle del viso a rimanere tonica, elastica e idratata: la ginnastica facciale.
Si tratta di esercizi teorizzati anche nell'antica Cina, tanto che si parla di ginnastica facciale yoga, e del fatto che può aiutare a mantenere giovane anche il resto dell'organismo perché prevede di ridere quanto più possibile.
Non è un mistero che la propensione all'ottimismo possa favorire anche una migliore qualità della vita ma in questo caso aiuta anche ad allontanare i segni del tempo, abbinando anche lo stile del “viver sano”, tra alimentazione e attività fisica.
Con questi esercizi si impara il controllo dei muscoli facciali che vengono stimolati con delle contrazioni volontarie ma anche usando le mani, le dita e i polpastrelli.
L'obiettivo è quello di aumentare principalmente la vascolarizzazione e l'ossigenazione dei tessuti, al punto che nell'epidermide si riattiva naturalmente una maggiore produzione di collagene naturale.
Questo significa che le risorse per mantenere un viso giovane si possono trovare in noi stessi e che bastano solo cinque minuti al giorno.

Esercizi facciali

Per sorridere e ridere è noto che si attivano sul nostro viso almeno 30 muscoli che concorrono a modificare sensibilmente l'espressione.
È per questo che fare esercizi facciali in modo costante può significare non dover ricorrere al chirurgo plastico, annullando in qualche modo il passare del tempo. Se poi a questi esercizi si abbina un'ottima crema antiage, tenendo sempre conto dei tipi di pelle e della stessa età, il risultato non può che essere positivo.
I muscoli del viso infatti possono essere tonificati esattamente come quelli per cui si eseguono esercizi in palestra per il resto del corpo. La differenza sta solo nel fatto che parliamo di una palestra per il viso, per il mantenimento della bellezza e per la soddisfazione personale.
Ci sono in particolare dei muscoli che, se attivati nel modo giusto, possono ridurre o prevenire sensibilmente le rughe d'espressione, quali le classiche “zampe di gallina” o quelle intorno alla bocca che si diramano dalla base naso.
La ginnastica facciale può anche risolvere il problema degli zigomi svuotati o cadenti, “rimpolpando” le guance e agendo anche sulle palpebre cadenti, soprattutto quelle inferiori che provocando anche secchezza oculare.
Insomma ogni parte del viso può essere trattata con gli esercizi facciali, tanto che molti sono convinti della loro reale efficacia nell'allontanare i cedimenti delle palle del viso.
La ginnastica facciale è poco nota in Italia e la corrente che ha trovato diverse persone interessate agli esercizi è partita da New York già qualche anno fa. Tra le star che si sono convinte a provare, pare ci sia anche la splendida Julia Roberts, che effettivamente dimostra di essere molto in forma, soprattutto per il suo viso particolarmente luminoso e sempre giovane.

Serve solo il viso

Tanti si chiedono quali sono gli attrezzi necessari, ma in realtà si tratta soltanto di mettere a lavoro il viso, senza nessun oggetto accessorio.
Molto presto quindi si potrebbero cominciare a vedere in giro delle palestre per la ginnastica facciale che invitano a grandi sorrisi e a esercizi eseguiti anche allo specchio, in modo da constatare visivamente quanti e quali siano i muscoli che vengono coinvolti.
In realtà gli esercizi per la ginnastica facciale non promettono l'elisir di eterna giovanezza, ma certamente aiutano a non invecchiare precocemente o comunque a mantenere molto più a lungo la propria bellezza.
Secondo la teoria cinese, prima di ogni seduta di esercizi, è buona norma applicare sul viso un panno caldo per stimolare la circolazione dei vasi sanguigni e si noterà subito che la pelle risulterà più liscia e morbida, per il maggiore afflusso di sangue ma anche di ossigeno.
Basta poi passare i palmi come quando ci si sta lavando il viso, per avere una sensazione di rilassatezza e di freschezza. I movimenti possono essere ripetuti finché non si avverte di aver raggiunto un certo grado di benessere.
La pelle del viso può essere sottoposta anche a distensioni che vengono eseguite delicatamente tirando le orecchie o usando le mani per le guance. La pelle in tal modo viene rassodata e ridensificata dai movimenti delle mani.
La ginnastica facciale yoga invece è sempre preceduta, come da tradizione, da tecniche di respirazione che possano indurre rilassamento e serenità.
Ecco quindi che queste tecniche intervengono anche sul benessere del resto dell'organismo. È stato rilevato che la postura stessa dei muscoli del viso, ma anche del resto del corpo, risultano tesi quando è tristi, mentre quando si è più sereni si è più distesi e appunto si sorride di più.
In realtà la ginnastica facciale invita a prendere la vita con più ottimismo e curando di più il proprio stato emotivo, che deve tendere alla positività.
È innegabile che sull'aspetto gradevole del viso influisce anche lo stile di vita, prima fra tutte l'alimentazione equilibrata. Il consiglio che viene spesso dato è quello di bere molta acqua durante il giorno (almeno 2 litri) e di inserire nella dieta alimenti antiossidanti (primi fra tutti frutta e verdura).
Questi contengono enzimi, oligo elementi, vitamine, amminoacidi che possono contribuire a rimanere giovani più a lungo e, non solo per la pelle del viso, ma per l'intero organismo che ne beneficia.

Creme antirughe, benessere e alimentazione: la cura del viso dalla a alla z.

La pelle deve essere oggetto di cure e trattamenti che possano mantenerla sempre fresca, ben idratata, luminosa e tonica.
Ci sono diversi modi con cui prendersi cura del proprio aspetto estetico e in particolare della pelle del viso, puntando su creme antirughe con una composizione mirata alle varie fasi ed esigenze della giornata, con uno stile di vita sano e un'alimentazione equilibrata.
Creme antirughe se ne trovano diverse sul mercato ma spesso c'è poca informazione e confusione rispetto alla loro efficacia e anche al modo con cui impiegarle per ottenere l'effetto desiderato.

Ma quando bisogna iniziare a usare la crema antirughe?

Il nome stesso del prodotto non deve ingannare o far sorgere dubbi pensando che sia utile soltanto per le over cinquanta.
In realtà il processo d'invecchiamento della pelle e quindi la formazione delle prime rughe, anche se piccolissime, inizia a partire dai 25 fino ai 36 anni. Questo non significa che bisogna cominciare a usare la crema antirughe da giovanissimi ma è vero che dopo i 30 anni è bene scegliere un prodotto adatto per la pelle giovane.
Questo significa che bisogna conoscere il proprio tipo di pelle: grassa, secca, mista, delicata, normale, perché per ognuna ci sarà una crema adatta.
Leggete bene sempre le caratteristiche e non fate l'errore di usare una crema antirughe che è indicata per una pelle matura.
Partire dal presupposto che per ogni età sarà necessario utilizzare una crema giorno, una crema notte, e una crema che vada bene per il contorno occhi e per il collo, in quanto la pelle è più delicata e sottile.
Si tratta quindi di 3 creme da abbinare eventualmente a un siero perché il sostegno all'epidermide sia completo e mirato.
La crema antirughe giorno per esempio, per essere efficace, deve accelerare la rigenerazione cutanea e contrastare la perdita di tono, ridando vitalità alle cellule che si rinnovano.

Giorno e notte: cosa cambia nella formulazione della crema

Una crema antirughe giorno deve anche avere un buon filtro protettivo contro i raggi UV che concorrono all'invecchiamento della pelle, soprattutto per le pelli mature .
Una funzione che deve avere la crema antirughe è anche quella di combattere l'azione dei radicali liberi nel senso che stimola la riparazione dei danni provocati anche dagli agenti inquinanti.
La crema antirughe notte agisce invece rigenerando il tessuto cutaneo.
Sono ottime quelle a base pro-xylane e centella asiatica che ricreano una barriera che ha i suoi effetti già entro poche settimane .
Al mattino infatti la pelle è più levigata e nutrita e si nota un nuovo vigore e il recupero di un colorito più naturale con l'eliminazione dello strato di pelle spenta. Per l'applicazione è importante massaggiare in senso circolare finché non si sarà assorbito e sarà penetrato a fondo.
La pelle però, oltre alle creme, ha bisogno anche di altro, come il benessere cioè uno stile di vita sano e un approccio alla vita che favorisca una pelle in salute.
La prima cosa da evitare è il fumo, anche quello passivo, perché crea squilibrio nel metabolismo e la pelle tende a diventare grigia, perdendo il suo colore naturale.
Lo stesso vale per l'abuso di alcoolici che accelerano l'azione dei radicali liberi velocizzando l'invecchiamento delle cellule dell'organismo, comprese quelle del viso.
Anche il sonno ha la sua fondamentale importanza e sentirsi davvero riposati al mattino influisce sull'aspetto del viso che è più riposato e disteso.
La pelle risente in modo negativo dell'esposizione sconsiderata alle lampade e al sole in particolare nelle ore centrali della giornata.
La situazione è ancora più grave quando non si usano le protezioni e i filtri contro i raggi UV che provocano uno sfaldamento cutaneo che accelera il processo d'invecchiamento, che a volte arriva addirittura a neo formazioni maligne provocate proprio da questa esposizione.

Attività fisisca e alimentazione

L'attività fisica, anche leggera, che superi la mezz'ora al giorno è un grande aiuto per mantenersi in forma, favorire una buona vascolarizzazione e ossigenazione dei tessuti.
Basta anche una passeggiata a passo veloce
Il viso come il resto dell'organismo beneficia di una dieta sana ed equilibrata molto vicina a quella mediterranea, di cui l'Italia è uno dei paesi simbolo.
La regola generale è quella di mangiare tutti quei cibi che combattono l'azione dei radicali liberi ed evitare quelli invece dannosi; vediamo quindi nel particolare quali sono e qual'è la dieta più indicata.
Una delle caratteristiche che deve avere un'alimentazione sana e “antirughe” è quella di essere povera di zuccheri derivanti da farinacei, come pane, pasta, pizza, dolci, ma anche di grassi contenuti nei cibi fritti e nei formaggi stagionati.
Questi alimenti andrebbero limitati per lasciare spazio invece a verdure, pasta integrale, legumi che invece hanno la capacità di mantenere la pelle tonica e idratata naturalmente.
L'interesse deve essere rivolto a cibi che contengono antiossidanti, e in particolare le vitamine del gruppo A, C, ed E, ma anche i polifenoli contenuti soprattutto nel vino rosso: basta un bicchiere per ogni pasto a soddisfare il bisogno quotidiano.
Tra gli alimenti che contengono questi minerali e le sostanze benefiche, ricordiamo la cipolla rossa e l'aglio, il peperone rosso, la mela, i frutti di bosco, il kiwi, le fragole, il te verde, l'avocado, i pomodori.
In ogni caso basta guadare il colore delle verdure che deve tendere al rosso o al violaceo perché contenga certamente proprietà antiossidanti che garantiscono una pelle giovane a lungo.
Uno degli alimenti principe della dieta mediterranea è certamente l'olio di oliva extravergine, il condimento che più di tutti contiene la vitamina E e che è efficace nel favorire l'azione antiossidante per le cellule anche della pelle.

Acido ialuronico, botox o collagene: scegli la tua iniezione.

Le iniezioni di filler sono uno dei protocolli più comunemente utilizzati in medicina estetica. Ma quale scegliere? Acido ialuronico o Botox®? E il collagene?

Quali promesse si nascondono dietro queste iniezioni la cui fama è ormai equiparabile a quella delle star che le utilizzano e che grazie ad esse possono esibire un look sempre giovane e splendente?

Iniezioni di collagene per il riempimento con acido ialuronico, focus sugli aghi per le “non” rughe.

Iniezione di collagene – sempre meno popolare

Popolare grazie al suo utilizzo da parte delle star negli anni '90, l'iniezione di collagene è sempre meno praticata. Il vantaggio principale consiste nell'effetto duraturo. Il collagene è una componente proteica dei tessuti connettivi, incluso il derma. Fornisce la struttura e garantisce resistenza e compattezza. Ma dopo aver iniettato il collagene, questo non si organizza come il collagene prodotto naturalmente dalle nostre cellule, bensì agisce ripristinando semplicemente la densità dei tessuti. Inoltre, il collagene usato per queste iniezioni è solitamente di origine animale con rischiosi effetti collaterali dovuti ad allergie, ricadute infiammatorie e sul sistema immunitario. La raccomandazione ufficiale dei dermatologi è di cessare del tutto le iniezioni di collagene.

Iniezione di Botox®- ancora molto usata ma...

Ogni decennio ha avuto la sua moda in fatto di iniezioni e tossine botuliniche – un veleno potente prodotto da un batterio – quella al Botox è stata la protagonista degli anni 2000. Il principio, che è stato utilizzato fin dagli anni '80 in casi medici come torcicollo congeniti e strabismo, agisce come un blocco selettivo su alcuni muscoli. Le iniezioni di Botox® sono usate per paralizzare i muscoli della parte superiore del volto che originano le fastidiose rughe d'espressione. L'effetto levigante è immediato, super efficace e reversibile dopo diversi mesi. Per un risultato naturale è preferibile ricorrere alle cure di un dermatologo professionale con anni di esperienza. L'effetto può durare fino a 8 mesi, poi bisogna ricominciare da capo. Alcuni medici stanno cominciando a osservare che le iniezioni diventano meno efficaci sul lungo periodo, devono essere infatti riproposte sempre più spesso e in dosaggio maggiore per mantenerne gli effetti, e in alcuni paesi si sta iniziando a iniettare Botox® per alleviare gli effetti della stanchezza.

Iniezioni di acido ialuronico

Sempre più popolare e meglio controllato dagli operatori del settore, il filler con acido ialuronico è l'iniezione più gettonata degli anni 2010. Queste iniezioni sono al 2° posto nella lista delle procedure dermatologiche lievemente invasive, e stanno avendo una diffusione senza precedenti. Un'iniezione di acido ialuronico basa il suo successo sull'origine naturale, sui pochi effetti collaterali, sull'immediatezza dei risultati e sulla grande versatilità. Un'iniezione di acido ialuronico aiuta a riempire una ruga in qualsiasi parte del viso, rimodellando i contorni del viso, ripristinando il volume degli zigomi infossati e rimpolpando le occhiaie sotto gli occhi o nella zona interna tra occhi e naso. Qualcosa che il Botox® non può assolutamente fare. Gli agenti reticolanti delle iniezioni di acido ialuronico aiutano infatti a ripristinare volume e idratazione per un'azione duratura. Gli effetti del trattamento possono durare fino a 12 mesi.

Quando iniziare ad usare una crema antiage?

Uno dei momenti più temuti da tutti è quello in cui, davanti allo specchio, si scorge la prima ruga. Questo fatto è sempre molto temuto, sia per gli uomini che per le donne, l'importante è conoscere le cause delle rughe e i rimedi giusti. Quindi, prima di allarmarvi e di pensare subito alla possibilità di ricorrere botox & co, sappiate che ci sono strumenti meno invasivi e comunque efficaci, capaci di contrastare già diversi anni prima gli inesorabili segni del tempo che passa (e passerà).

Creme antietà: tutto quello che non sapete

Oggi ci concentreremo sulle creme antirughe: in commercio ce ne sono a centinaia, ma come sapere quali sono le più efficaci? E come capire quale è più adatta alle nostre esigenze? Ma soprattutto, a che età è consigliato iniziare ad adoperare una crema antiage? Per ogni tipologia di pelle e per ogni età andrebbe utilizzata una crema appropriata, inutile sceglierne una per pelli mature se avete appena superato la trentina! Ed è proprio 30 quella che viene definita l'età ideale per iniziare ad utilizzare delle creme appositamente create per rallentare gli effetti del tempo sulla pelle. Le nuove tecnologie applicate all'estetica hanno fatto in questi anni passi da gigante nell'individuazione di formule sempre più innovative e capaci di contrastare in modo mirato la perdita di tono, di idratazione e di compattezza della pelle del viso, che cambia da età in età. Se volete iniziare la vostra lotta contro le rughe e avete da poco superato la trentina, il trattamento Attiva Antirughe 35+ è l'ideale per voi che volete prendervi cura della salute e della bellezza della vostra pelle che mostra i primi segni di stanchezza.

Dimmi che pelle hai ti dirò che crema utilizzare

In ogni caso, prima di scegliere la vostra crema antiage, dovete tener presente che esistono diverse tipologie di pelle a cui corrispondono prodotti differenti ed appositamente studiati per un effetto assicurato. Una pelle secca ha la tendenza ad assottigliarsi facilmente e avrà quindi bisogno di una combinazione di ingredienti che assicurino nutrizione e una idratazione intensiva e costante, come la crema Olio Straordinario. Se avete una pelle normale questa avrà invece bisogno di una crema con azione idratante, ma al tempo stesso levigante in superficie sulle linee e sulle righe sottili o profonde; una pelle grassa ha bisogno di una formulazione più leggera che idrati l'epidermide contrastando l'antiestetico effetto-lucido e assicuri un immediato effetto opacizzante, mentre per la pelle matura c'è bisogno di una crema che riduca in maniera evidente l'aspetto di linee e rughe profonde, uniformi il tono cutaneo e favorisca il naturale processo di riparazione cellulare.

Una vita sana ed un'alimentazione equilibrata

Una crema dall'efficace effetto antiage può contribuire, insieme ad altri fondamentali fattori come l'alimentazione e lo stile di vita, a regalarvi un bell'aspetto più a lungo. Se è vero che l'invecchiamento è un processo fisiologico e quindi non arrestabile, è altrettanto vero che esistono componenti quali ad esempio l'esposizione solare, l'inquinamento e lo stress, che ne accelerano la comparsa, resa evidente in superficie da campanelli d'allarme come comparsa di rughe e rilassamento cutaneo. Tenetene conto ed elaborate una strategia globale contro le rughe!

La mia migliore routine notturna con effetto anti-età.

La tua pelle sta perdendo volume? Noti una perdita di quella naturale rotondità e pienezza al mattino quando ti svegli e vedi segni di pesantezza e gonfiore più marcati di quando sei andata a dormire?

È il momento di concentrarsi su una beauty routine notturna che prevede due semplici gesti che cambieranno in meglio la tua vita. Un’azione reflex da fare giornalmente.

Beauty step # 1: rimozione del make-up

QUESTO È UN VERO E PROPRIO MUST, non importa a che ora ti concederai alle braccia di Morfeo, l’importante è struccarsi, sempre e comunque.

Olio detergente, fresh mousse, latte detergente o lozione? Non importa. Quel che davvero conta è la rimozione del make-up, sia che siate abili e avide make-up addicted sia che vi mettiate appena un filo di matita e una spolverata di blush. Questa beauty routine rimuove i pigmenti del make-up e purifica la pelle. Lo struccante aiuta a ripulire la pelle dalle impurità, dagli eccessi di sebo e sporcizia accumulati sulla sua superficie durante il giorno, anche se non si sono applicato chili di make-up. Così, la pelle sarà più reattiva e accetterà meglio gli ingredienti attivi della crema notte, proprio come indicato di seguito.

Beauty step # 2: Crema notte volumizzante

Applicare una crema notte è un gesto fondamentale per riparare la pelle in profondità dopo tutte le aggressioni che ha subìto durante il giorno. Una crema notte volumizzante ottimizza il tempo dedicato al riposo notturno e permette di alzarsi dal letto con una pelle fresca e naturalmente luminosa.

Durante la notte, infatti, la pelle è molto più permeabile e ricettiva nei confronti degli ingredienti attivi della crema. Grazie all’acido ialuronico, le creme notte avvolgono la pelle con una sensazione di soffice comfort, mentre tu dormi serena nel tuo letto. E quando ti alzi ritroverai una pelle liscia e vellutata, più fresca di quanto avresti mai potuto pensare.

Scopri i risultati

Scopri lo studio

Più lo usi, più funziona. Ed è scientificamente provato.

Scopri Revitalift Laser X3

Scopri Revitalift Laser X3

Scopri la gamma Laser X3

Cosa dice chi l'ha provato

Diana, Caterina, Paola e Valeria
se ne sono innamorate... e tu?

Iscriviti alla newsletter, clicca qui

Puoi comprare il prodotto direttamente da qui:

Fermer

Inscrivez-vous pour recevoir la newsletter de l'Oréal Paris :

Fermer

Newsletter

Fermer

Merci de résilier mon inscription à la Newsletter

Envoyer à un ami

Fermer
Votre e-mail a été envoyé avec succès !
Vous pouvez envoyer un autre e-mail ci-dessous.
Envoyer

Les adresses e-mail fournies seront utilisées uniquement pour cet envoi et ne seront pas conservées.

Vous avez oublié
votre mot de passe

Fermer

Veuillez entrez votre adresse e-mail
ci-dessous et nous vous enverrons votre mot de passe.

La tua password sarà inviata tra pochi istanti.

Email non valida.