Chiudi

Current site: website_MasterIT
Database: web
Content start path: /sitecore/content/MasterIT
Home node: /sitecore/content/MasterIT/home
Language: Italian (Italy) : italiano (Italia)
Index : masterit_web_index
InstanceInfo configuration: Complete
InstanceInfo site: Complete;
Marie Bochet

Marie Bochet

Jane muove i suoi primi passi nel mondo del cinema nel 1960, in In punta di piedi. In seguito gira film in Francia, in Italia, negli Stati Uniti e nell'Unione Sovietica. Nel 1986, recita nel film di Sidney Lumet, Il mattino dopo. Interpreta con Martin Ritt il film Lettere d'amore nel 1990, e nel 2002 Searching for Debra Winger, realizzato da Rosanna Arquette. Nel 2005, Jane è protagonista del film Quel Mostro di Suocera di Robert Luketic, e due anni più tardi di Donne, regole... e tanti guai di Gary Marshall. Lo stesso anno, pubblica la sua autobiografia, La mia vita finora, che si classifica al primo posto nella lista dei Best Sellers del New York Times.

Donna di valore

Marie Bochet usa la sua fama di atleta per aiutare gli altri. Il suo mantra è: “Aspira alla luna. Anche se manchi il bersaglio, atterrerai sulle stelle”. A settembre la campionessa di sci è diventata Ambasciatrice di Peace and Sport, l’organizzazione mondiale che lavora per guarire le comunità attraverso il dinamismo dello sport. Come “paladina della pace”, Marie Bochet si unisce ad atleti di alto livello che sostengono progetti come l’integrazione dei bambini soldato nella società o l’aiuto ai bambini resi orfani dalle guerre. È anche ambasciatrice di importanti cause, tra cui Téléthon Francia e Pour que Lana Gravisse la Montagne, un’associazione benefica per aiutare una bambina disabile a scalare le sue montagne. Con altri atleti, ha co-fondato Skin&Cro per raccogliere fondi per bambini disabili

Nata per vincere medaglie d’oro 

A 16 anni Marie Bochet è arrivata due volte quarta gareggiando ai suoi primi Giochi Paralimpici a Vancouver nel 2010, e tornando a casa aveva un solo pensiero: voglio vincere l’oro! E a Sochi quattro anni dopo, ha vinto l’oro in tutte e quattro le categorie di sci. Due anni dopo a Pyeongchang ha ripetuto quell’impresa, vincendo l’oro in quattro eventi diventando così l’atleta paralimpica femminile più decorata di tutti i tempi, e avendo l’onore di essere portabandiera della Francia durante le Cerimonie di Apertura e di Chiusura dei Giochi Olimpici Invernali.          Con oltre 15 titoli mondiali, il prestigioso Laureus Award per lo sport e l’Officier de la Légion d’Honneur francese, Marie Bochet rappresenta l’eccellenza sportiva.

Il Défilé L’0réal Paris 

Quando salirà sulla passerella della Senna per Le Défilé L’Oréal Paris, Marie Bochet incarnerà la bellezza della realizzazione di sé. Facendo il suo debutto con le Ambasciatrici e le modelle di L’Oréal Paris alla Paris Fashion Week SS19, sarà per condividere una storia di successo frutto di talento, determinazione e ambizione.

«Gli sport mi hanno insegnato che la mia disabilità è una forza. La vita che conduco esprime la mia differenza e voglio che gli altri sperimentino questa opportunità e ne vedano le possibilità. Per me, che sono una sciatrice competitiva, rappresentare L’Oréal Paris, il marchio francese con una visione globale della bellezza, comunica un forte messaggio potente al mondo: proprio come siamo tutti diversi, siamo tutti belli »

tutte le ambasciatrici

#message

Sottoscrizione

Grazie per il vostro interesse per L'Oréal Paris.
La tua iscrizione è avvenuta con successo
In pochi minuti riceverai la nostra ultima newsletter sulla tua email.

Annulla l'iscrizione

Hai appena chiesto di annullare l'iscrizione alla nostra newsletter.
Per confermare, fai clic sul link "annulla iscrizione".

Più dettagli