Chiudi

Current site: website_MasterIT
Database: web
Content start path: /sitecore/content/MasterIT
Home node: /sitecore/content/MasterIT/home
Language: Italian (Italy) : italiano (Italia)
Index : masterit_web_index
InstanceInfo configuration: Complete
InstanceInfo site: Complete;
Capelli verdi: quale tonalità scegliere?

Capelli verdi: quale tonalità scegliere?

Una delle tendenze più affermate del momento è quella di sfoggiare capelli verdi.

Che si tratti di una colorazione totale, di sfumature applicate solo sulle lunghezze o di qualche semplice ciocca fa lo stesso: il verde ha conquistato tutti, scelto in tutte le sue sfumature, dal più saturo e brillante al più sfumato e leggero. Si tratta di una tinta che risulta tanto audace quanto versatile e capace di adattarsi su uomini e donne con la stessa facilità, forse per la sua intrinseca accezione legata al concetto di naturalità e benessere.

Dal verde chiarissimo al fluo, dallo smeraldo brillante al verde acqua, la tendenza è tra le più in voga perché permette di cambiare look e sperimentare con un effetto inconsueto e originale.

Che cosa significa inconsciamente tingere di verde i capelli?


Il verde è un colore che indica forza, solidità e perseveranza.

I capelli verdi significano questo e molto di più. Più o meno consapevolmente, infatti, il verde è un colore che non può prescindere dalla sua storia.

È il colore della natura e della speranza; nei toni più teneri indica la rinascita primaverile, ma in alcuni casi rappresenta il veleno, la rabbia, e l’invidia.

In molti contesti il verde è scelto per arredare ambienti in cui poter ritrovare armonia e calma.

Come tutti i colori, il verde assume significati diversi nel corso del tempo.

Per gli antichi Egizi era il colore della vegetazione, del buon auspicio, del papiro e della rinascita. I latini lo consideravano un colore "barbaro", i cristiani dei primi secoli un colore legato al male, simbolo del diavolo e delle stregonerie. Goethe, nella sua Teoria dei colori, lo descrisse come una tinta rasserenante e oggi è sinonimo di ecologia, ambientalismo, natura e benessere.

Come scegliere la tonalità di verde più adatta 


Le sfumature di verde sono tantissime e certamente è possibile trovare quella più adatta al proprio incarnato.

Se si hanno capelli biondi è consigliabile optare per toni delicati, mentre se la propria base naturale è scura, meglio scegliere colori accesi e pop.

Dal verde petrolio al verde acqua passando per le sfumature pastello fino al verde acido e lime, ad ogni hair look la sua nuance specifica tutta da provare.

Per uno stile da sirena, verde, blu, turchese e viola si combinano tra loro dando vita a un effetto giocato sui toni acquatici e marini, perfetto per carnagioni chiare e occhi azzurri.

Se si desidera un effetto tridimensionale si può provare l’accostamento di sfumature verde prato, bosco e lime.

Per un look romantico e al tempo stesso pop, perfetto il Tiffany come tinta protagonista, adatta soprattutto a uno styling corto e mosso.

Il verde petrolio, invece, intenso e chic, è ideale per chi punta su un colore ricercato con un’eleganza tutta sua.

Leggeri colpi di luce verdi possono creare sui capelli un effetto magnetico che non passa inosservato.

Scale di verde abbinate tra loro donano dinamismo e carattere ai tagli corti o a caschetto, permettendo di ottenere con il giusto styling, acconciature affascinanti.

Il verde pastello o smeraldo, soprattutto sui tagli corti con base scura e sui caschetti asimmetrici dona un effetto sofisticato e vertiginoso, dal gusto fun, per un look di sicuro impatto.

Il verde acido, si distingue per originalità e, grazie all’alta percentuale di giallo che contiene nella sua composizione, fa brillare i capelli di luce.

Se si desidera un colore di capelli dalle mille sfumature, si possono combinare verde petrolio, acido e lime.

Indietro

#message

Più dettagli