Chiudi

Current site: website_MasterIT
Database: web
Content start path: /sitecore/content/MasterIT
Home node: /sitecore/content/MasterIT/home
Language: Italian (Italy) : italiano (Italia)
Index : masterit_web_index
InstanceInfo configuration: Complete
InstanceInfo site: Complete;
 Tinte Bionde: Qual è la Migliore?

Tinte Bionde: Qual è la Migliore?

Biondo, il colore dalle infinite tonalità, difatti non è un caso se è il sogno nel cassetto di ogni donna! Almeno una volta nella vita ci siamo guardate allo specchio e ci siamo chieste se una tinta biondo avrebbe potuto valorizzare la nostra bellezza, ebbene, è arrivato il momento di scoprire la risposta.

Tinta capelli biondi: una, molte, centomila e quella giusta per te!



Ci sono così tante gradazioni di biondo, e quindi di tinte bionde, da creare l’imbarazzo della scelta per questo decidere quale sia la colorazione giusta può essere difficile. I colori dei capelli, proprio come accade con quelli dei vestiti, possono valorizzare o svilire il nostro aspetto, per questo è bene scegliere la giusta tonalità di biondo che possa mettere in risalto la nostra figura ed esaltarne i pregi.

La tinta per capelli biondi può spaziare dalle tonalità più scure e vicine al castano, fino a quelle platino o polari, molto più vicine quindi al bianco che ai toni caldi del biondo giallo. Ma quanti biondi ci sono? Scopriamo quali sono quelli principali e a chi stanno meglio, così da capire qual è la migliore tinta di capelli biondi per te.

Biondo platino e polare: è la tonalità di biondo più chiara, nella tonalità platino è leggermente più scura, mentre nella gradazione polare è più chiara e del tutto priva di riflessi. Questo tipo di biondo aiuta a conferire un look ricercato e chic anche se dall’innegabile effetto artificiale. È purtroppo un colore riservato a un pubblico molto ristretto: difficile da ottenere su chi ha dei capelli scuri, come quelli castani, sta bene solo su pelli molto chiare e pallide con sottotono freddo.

Tips: se hai i capelli bianchi e la carnagione diafana il biondo ultra chiaro naturale Excellence Créme di L’Oréal Paris è la tinta per te, colore ricco e di lunga durata e copertura al 100% dei capelli bianchi.

Biondo scuro: tonalità del tutto opposta a quella precedente, difatti si distingue per la sua naturalezza. Questo tono di biondo valorizza ogni donna, dona volume ed esalta i colori naturali dei capelli. È, inoltre, piuttosto facile da ottenere: se si è di qualche tono più chiare basta scegliere una tonalità più scura, mentre le castane devono solo fare una semplice schiaritura.

Tips: prova ad arricchirlo con dei colpi di sole tipo balayage.

Biondo cenere: è una tonalità di biondo molto versatile che dona a tutte, a prescindere dall’età o dai capelli, ma è particolarmente indicato alle donne con pelle e occhi chiari. Per crearlo occorre partire da una base biondo scuro su cui vanno create delle sfumature dalla tonalizzazione fredda, ossia grigie o argentate.

Tips: usa questo colore per coprire i primi capelli bianchi o come step intermedio prima di passare a un biondo più deciso.

Biondo miele: è un biondo medio arricchito da riflessi dorati. Sta bene a ogni tipo di incarnato e di viso perché aiuta a creare volume e a dare multidimensionalità alla chioma, anche se in caso di carnagione chiara è meglio sceglierlo con tonalizzazioni più fredde. È una tinta biondo molto facile da ottenere, non rovina i capelli e conferisce un’aria romantica ma elegante.

Tips: se vuoi provare questo colore, fai allungare i capelli così da far risaltare i giochi di luce del biondo miele sulle lunghezze.

Biondo caramello: simile al biondo miele ma più scuro sia nel colore di base sia nei riflessi che non sono più dorati ma bensì sul bronzo/rame. Aiuta a rendere i lineamenti del viso più morbidi e dolci e crea un effetto luminoso che si sposa alla perfezione con le carnagioni più scure e calde.

Tips: puoi creare tridimensionalità arricchendo il biondo caramello con dei riflessi dorati.

Bronde: il biondo più personalizzabile perché sta bene praticamente a ogni donna e mette d’accordo tutte, sia le castane che le bionde. Bronde nasce infatti dalla fusione tra brown e blonde e crea un effetto schiarente sui capelli più scuri, come se si fosse trascorso del tempo a mare.

Tips: il taglio che valorizza questo colore, oltre a uno scalato lungo, è uno chic bob.

Biondo strawberry: similmente al bronde, questa tinta coniuga il biondo e il rosso. Il biondo fragola esalta gli incarnati più chiari, ma si può giocare fra le gradazioni dei due colori e trovare così quella tinta per capelli biondo fragola in grado di valorizzare il proprio viso, anche se te lo sconsigliamo se hai un incarnato scuro e caldo.

Tips: per mantenere luminoso questo colore, non dimenticare di usare uno shampoo antigiallo per la tua hair care.

Come curare il biondo?



Un problema comune delle tinte bionde è che alle volte i capelli possono assumere delle tonalità gialle, ma niente panico: con uno shampoo per neutralizzare il giallo risolvi il problema in men che non si dica. Inoltre, i capelli biondi, come tutti quelli colorati, necessitano di un po’ più di attenzione soprattutto per far sì che il colore resisti più a lungo. Per questo, ti consigliamo di provare la gamma Elvive di L’Oréal Paris per capelli colorati: shampoo, balsami e maschere studiati per nutrire i capelli tinti e per prolungare luminosità e durata del colore.

E per coprire la ricrescita? Usa Ritocco Perfetto: una spruzzata di spray sulle radici o un tocco di mascara dove c’è bisogno di più precisione e la ricrescita sparisce in pochi istanti!

Indietro

#message

Più dettagli