migliore-tinta-per-capelli-biondi

TINTE BIONDE: QUAL È LA MIGLIORE?

Biondo, il colore dalle infinite tonalità, difatti non è un caso se è il sogno nel cassetto di ogni donna! Almeno una volta nella vita ci siamo guardate allo specchio e ci siamo chieste se una tinta biondo avrebbe potuto valorizzare la nostra bellezza, ebbene, è arrivato il momento di scoprire la risposta.

Tinta capelli biondi: una, molte, centomila e quella giusta per te!

Ci sono così tante gradazioni di biondo, e quindi di tinte bionde, da creare l’imbarazzo della scelta per questo decidere quale sia la colorazione giusta può essere difficile. I colori dei capelli, proprio come accade con quelli dei vestiti, possono valorizzare o svilire il nostro aspetto, per questo è bene scegliere la giusta tonalità di biondo che possa mettere in risalto la nostra figura ed esaltarne i pregi.

La tinta per capelli biondi può spaziare dalle tonalità più scure e vicine al castano, fino a quelle platino o polari, molto più vicine quindi al bianco che ai toni caldi del biondo giallo. Ma quanti biondi ci sono? Scopriamo quali sono quelli principali e a chi stanno meglio, così da capire qual è la migliore tinta di capelli biondi per te.

Biondo platino e polare: è la tonalità di biondo più chiara, nella tonalità platino è leggermente più scura, mentre nella gradazione polare è più chiara e del tutto priva di riflessi. Questo tipo di biondo aiuta a conferire un look ricercato e chic anche se dall’innegabile effetto artificiale. È purtroppo un colore riservato a un pubblico molto ristretto: difficile da ottenere su chi ha dei capelli scuri, come quelli castani, sta bene solo su pelli molto chiare e pallide con sottotono freddo.

Tips: se hai i capelli bianchi e la carnagione diafana il biondo ultra chiaro naturale Excellence Créme di L’Oréal Paris è la tinta per te, colore ricco e di lunga durata e copertura al 100% dei capelli bianchi.

Biondo scuro: tonalità del tutto opposta a quella precedente, difatti si distingue per la sua naturalezza. Questo tono di biondo valorizza ogni donna, dona volume ed esalta i colori naturali dei capelli. È, inoltre, piuttosto facile da ottenere: se si è di qualche tono più chiare basta scegliere una tonalità più scura, mentre le castane devono solo fare una semplice schiaritura.

Tips: prova ad arricchirlo con dei colpi di sole tipo balayage.

Biondo cenere: è una tonalità di biondo molto versatile che dona a tutte, a prescindere dall’età o dai capelli, ma è particolarmente indicato alle donne con pelle e occhi chiari. Per crearlo occorre partire da una base biondo scuro su cui vanno create delle sfumature dalla tonalizzazione fredda, ossia grigie o argentate.

Tips: usa questo colore per coprire i primi capelli bianchi o come step intermedio prima di passare a un biondo più deciso.

Biondo miele: è un biondo medio arricchito da riflessi dorati. Sta bene a ogni tipo di incarnato e di viso perché aiuta a creare volume e a dare multidimensionalità alla chioma, anche se in caso di carnagione chiara è meglio sceglierlo con tonalizzazioni più fredde. È una tinta biondo molto facile da ottenere, non rovina i capelli e conferisce un’aria romantica ma elegante.

Tips: se vuoi provare questo colore, fai allungare i capelli così da far risaltare i giochi di luce del biondo miele sulle lunghezze.

Biondo caramello: simile al biondo miele ma più scuro sia nel colore di base sia nei riflessi che non sono più dorati ma bensì sul bronzo/rame. Aiuta a rendere i lineamenti del viso più morbidi e dolci e crea un effetto luminoso che si sposa alla perfezione con le carnagioni più scure e calde.

Tips: puoi creare tridimensionalità arricchendo il biondo caramello con dei riflessi dorati.

Bronde: il biondo più personalizzabile perché sta bene praticamente a ogni donna e mette d’accordo tutte, sia le castane che le bionde. Bronde nasce infatti dalla fusione tra brown e blonde e crea un effetto schiarente sui capelli più scuri, come se si fosse trascorso del tempo a mare.

Tips: il taglio che valorizza questo colore, oltre a uno scalato lungo, è uno chic bob.

Biondo strawberry: similmente al bronde, questa tinta coniuga il biondo e il rosso. Il biondo fragola esalta gli incarnati più chiari, ma si può giocare fra le gradazioni dei due colori e trovare così quella tinta per capelli biondo fragola in grado di valorizzare il proprio viso, anche se te lo sconsigliamo se hai un incarnato scuro e caldo.

Tips: per mantenere luminoso questo colore, non dimenticare di usare uno shampoo antigiallo per la tua hair care.

Come curare il biondo?

Un problema comune delle tinte bionde è che alle volte i capelli possono assumere delle tonalità gialle, ma niente panico: con uno shampoo per neutralizzare il giallo risolvi il problema in men che non si dica. Inoltre, i capelli biondi, come tutti quelli colorati, necessitano di un po’ più di attenzione soprattutto per far sì che il colore resisti più a lungo. Per questo, ti consigliamo di provare la gamma Elvive di L’Oréal Paris per capelli colorati: shampoo, balsami e maschere studiati per nutrire i capelli tinti e per prolungare luminosità e durata del colore.

E per coprire la ricrescita? Usa Ritocco Perfetto: una spruzzata di spray sulle radici o un tocco di mascara dove c’è bisogno di più precisione e la ricrescita sparisce in pochi istanti!

Enim ad minim veniam.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur.