ROSSETTO ROSSO: A CHI STA BENE E COME METTERLO

Rossetto rosso, a chi sta bene veramente? Le labbra rosso fuoco sono seducenti ed eleganti ma non sempre una volta messo, si ottiene l’effetto desiderato. Il rossetto rosso è un must del make-up e ogni donna ne possiede uno, magari tenuto chiuso in un cassetto. Ma quale rosso scegliere per il nostro incarnato? Quale la tonalità migliore a seconda del colore degli occhi o dei capelli? Il rossetto rosso infatti, può valorizzare il viso, così come mettere in evidenza piccoli difetti.

Ecco qualche consiglio utile per scegliere il colore più adatto.

Rossetto: quale rosso scegliere?

Non esiste un’unica tonalità di rossetto rosso, ma tante sfumature e sotto-toni, per questo è importante saperlo scegliere a seconda della carnagione, degli occhi, del colore dei capelli, della forma stessa delle labbra e soprattutto del resto del make-up.
Per portare il rossetto rosso serve carattere, ma per non risultare eccessive è importante tenere presenti alcuni principi.
● Il colore delle labbra – per scegliere il rossetto rosso adatto è importante partire dal colore delle proprie labbra, se sono rosate o della tonalità del corallo, meglio i rossi caldi. Se tendono al violaceo, meglio preferire le tonalità dei rossi freddi.
● Dentatura e forma delle labbra – il rossetto rosso mette in evidenza la bocca, quindi ok in caso di labbra regolari e dentatura perfetta, attenzione invece in caso di denti irregolari.
● Occhio al trio capelli-occhi-carnagione – la sfumatura del rossetto rosso va scelto a seconda del proprio incarnato e del colore di occhi e capelli (come di seguito indicato).
● Rossetto rosso over 50 - con la comparsa delle prime rughe, meglio optare per rossi tenui e meno accesi, facendo bene attenzione a evitare il temibile effetto codice a barre!.

Rossetto rosso per le more

Il rossetto rosso, a chi sta bene se non alle more? Via libera al rossetto rosso fuoco nel caso di occhi e capelli scuri e di carnagione olivastra. Nel caso invece di occhi e capelli scuri ma carnagione chiara, meglio optare per rossetti più scuri, con sfumature che vanno dal bordeaux al marsala. Chi invece preferisce un trucco più delicato, può scegliere un corallo o una sfumatura arancio. Per le more con occhi chiari, ok alle tonalità calde del rosso come il corallo o il rosso pomodoro.

Rossetto rosso per le bionde

Dimenticate Marilyn: bionde e rossetto rosso non sempre vanno d’accordo. Nel caso di capelli chiari e occhi azzurri, sarebbe meglio scegliere sfumature fredde e delicate. Chi vuole optare per un rosso lacca o un ciliegia, dovrebbe poi prediligere un trucco per gli occhi semplice, restringendo la cosa a un filo di matita e un po’ di mascara. Le bionde con la pelle ambrata dovrebbero preferire tonalità accese, mentre chi ha riflessi ramati e occhi chiari, può scegliere un rossetto vermiglio e tonalità calde.

Rossetto rosso: consigli utili

A volte per essere perfette basta un filo di rossetto, ma senza troppe aggiunte. Se amate le labbra rosso fuoco, il viso sarà già sufficientemente valorizzato, evitate quindi di “caricare” troppo gli occhi, per evitare l’effetto maschera. Per un’applicazione senza sbavature, va provato Rouge Signature di L’Oréal Paris, la tinta labbra ultra sottile dal finish opaco e a lunga durata. La sua formula è leggera e quindi molto confortevole sulle labbra, è composta da pigmenti intensi e polimeri opacizzanti che lasciano un effetto matte. Grazie all’innovativo applicatore calligrafo dalla forma piatta e dalla punta sottile, l’applicazione poi, è semplice e ultra-precisa. Facile quindi avere labbra perfettamente definite con una sola passata.
Infatti Infine, non c’è niente di peggio che avere un filo di rossetto rosso sui denti! Per evitare questo antiestetico autogol, se ricorrete ad un rossetto classico, dopo averlo applicato il rossetto, tamponatelo leggermente con un fazzoletto per togliere il prodotto in eccesso, quindi spalmate un po’ di vasellina sugli incisivi per farlo scivolare via.